Industria Metallurgica – Downstream

Il cluster Industria metallurgica – Downstream racchiude al suo interno tutte le imprese produttrici di contenitori metallici e strutture metalliche prefabbricate (stoviglie, contenitori e imballaggi in metallo, prodotti metallici utilizzati nella finitura domestica come porte, finestre e altri ornamenti).

NUMERO ADDETTI

107.9710.34 %

NUMERO IMPRESE

12.815-3.70 %

VALORE PRODUZIONE

€ 16.412.75 %

Il cluster Industria metallurgica – Downstream ha al suo interno 12.815 imprese che occupano 107.971 addetti per un valore della produzione di € 16,4 miliardi nell’ultimo anno.
Sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded, il cluster Industria metallurgica – Downstream occupa l’1,46%, posizionandosi così al 17° posto.

1,46%

Rilevanza

Incidenza del numero addetti del cluster sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded.

6,21%

Concentrazione

Incidenza del numero addetti delle 3 province più specializzate sul totale nazionale addetti del cluster a livello nazionale.

Il cluster nasce in prossimità dei bacini idrici e delle miniere. Non stupisce, pertanto, trovare al primo posto in classifica Lecco, provincia nella quale l’industria pesante – che ne ha caratterizzato lo sviluppo negli anni ’60 -sta cedendo il passo a fabbricazioni consumer come imballi d’alluminio, bottoni a pressione e fabbricazione di cerniere e accessori per mobili.
Al secondo posto si trova Omegna, provincia Verbano-Cusio-Ossola: località nota per la produzione di oggetti in metallo per la casa, come pentole e complementi d’arredo di design.

Al terzo e quarto posto si trovano La Spezia, specializzata nella produzione di cannoni navali e veicoli militari e Brescia, famosa per la sua attività manifatturiera di rubinetteria e sede di uno dei più grandi produttori mondiali di fucili (vicino alle miniere della Valtrompia).

Top 10 Province

RankProvinciaNumero addetti (2017)Variazione (2014-2017)
1Brescia9826-0.28 %
2Milano5227-5.5 %
3Bergamo4749-0.41 %
4Treviso45754.9 %
5Padova45690.92 %
6Vicenza4341-2.9 %
7Lecco4012-5.72 %
8Firenze392914.94 %
9Torino3321-2.31 %
10Monza e della Brianza2492-0.02 %
RankProvinciaSpecializzazione (2017)Variazione (2014-2017)
1Lecco5,86-3.12 %
2Verbano-Cusio-Ossola4,870.92 %
3La Spezia3,77.76 %
4Brescia3,540.44 %
5Asti2,95-6.2 %
6Pordenone2,42-4.27 %
7Fermo2,374.96 %
8Treviso2,36.13 %
9Pesaro e Urbino2,22-3.58 %
10Mantova2,1816.45 %