Costruzioni

Il cluster Costruzioni si compone di imprese che forniscono materiali, prodotti e servizi per la costruzione. I materiali comprendono sabbia, pietra, ghiaia, l’asfalto, cemento e calcestruzzo.
I prodotti da costruzione includono tubi e scambiatori di calore. Infine, I servizi di costruzione comprendono, oltre la costruzione di edifici civili ed industriali, anche la costruzione di condutture per il trasporto di acqua, petrolio, gas e cavi per internet.

NUMERO ADDETTI

114.895-1.33 %

NUMERO IMPRESE

13.613-5.33 %

VALORE PRODUZIONE

€ 27.0 MLD5.76 %

Il cluster Costruzioni ha al suo interno 14.021 imprese che occupano 115.091 addetti per un valore della produzione di € 26,9 miliardi nell’ultimo anno.
Sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded, il cluster Costruzioni occupa l’1,54%, posizionandosi così al 17° posto.

1,54%

Rilevanza

Incidenza del numero addetti del cluster sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded.

3,72%

Concentrazione

Incidenza del numero addetti delle 3 province più specializzate sul totale nazionale addetti del cluster a livello nazionale.

Nel cluster Costruzioni si trovano specializzazioni fortemente legate alla disponibilità di risorse naturali sul territorio. Massa-Carrara è la provincia a più alta specializzazione grazie alle attività di estrazione del marmo, taglio, modellatura e finitura di pietre. La lavorazione delle pietre è attività prevalente anche nella terza provincia a più alta specializzazione, Sondrio, in Valmalenco – valle famosa per la lavorazione di talco e graniti. Cremona, al secondo posto, presenta specializzazioni legate alla grande industria edile, come la fabbricazione di tubi, condotti e profilati e quella di cemento, calce e gesso.

Top 10 Province

RankProvinciaNumero addetti (2018)Variazione (2015-2018)
1Milano73972.24 %
2Roma6252-8.13 %
3Bergamo6044-0.53 %
4Verona4546-3.08 %
5Brescia3326-11.28 %
6Torino31835.3 %
7Treviso28527.15 %
8Napoli2684-7.6 %
9Vicenza2519-3.4 %
10Cuneo2221-17.44 %
RankProvinciaSpecializzazione (2018)Variazione (2015-2018)
1Massa-Carrara4,890.27 %
2Cremona2,6436.35 %
3Sondrio2,4-4.28 %
4Piacenza2,33-12.48 %
5Bergamo2,310.83 %
6Lucca2,143.39 %
7Verona2,05-2.75 %
8Trapani2,03-25.14 %
9Verbano-Cusio-Ossola1,97-9.56 %
10Enna1,95-22.74 %