Allevamento

Il cluster Allevamento comprende sia tutti gli stabilimenti impegnati nella macellazione, lavorazione e confezione delle carni sia tutti quelli impegnati nella produzione di prodotti a base di carne.

NUMERO ADDETTI

58.5073.70 %

NUMERO IMPRESE

3.774-6.91 %

VALORE PRODUZIONE

€ 17.4 MLD5.67 %

Il cluster Allevamento ospita al suo interno 3.774 imprese che occupano 58.507 addetti per un valore della produzione di € 17,4 miliardi nell’ultimo anno.
Sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded, il cluster Allevamento occupa lo 0,78% posizionandosi così al 32° posto.

0,78%

Rilevanza

Incidenza del numero addetti del cluster sul totale nazionale degli addetti dei cluster traded.

16,39%

Concentrazione

Incidenza del numero addetti delle 3 province più specializzate sul totale nazionale addetti del cluster a livello nazionale.

La specializzazione di questo cluster è strettamente collegata alle eccellenze alimentari della tradizione italiana.
Parma, la provincia a più alta specializzazione, è infatti sede di storiche e note imprese di produzione di insaccati (salami, culatelli e prosciutto). Al secondo e terzo posto si trovano, rispettivamente, Forlì-Cesena con più di 3.000 addetti nell’allevamento di pollame e Teramo, specializzata, invece, nell’allevamento di ovini e caprini.

La provincia che ha registrato la maggiore crescita in termini di addetti è Milano, passata negli ultimi tre anni da 1.500 a oltre 3.000. Questo aumento significativo è dovuto in particolare al successo delle diverse iniziative intraprese nel Parco Agricolo Sud Milano che conta, all’interno delle sue aree agricole e forestali, oltre 360 allevamenti zootecnici.

Top 10 Province

RankProvinciaNumero addetti (2017)Variazione (2014-2017)
1Verona520110.38 %
2Parma4894-1.61 %
3Modena435414.16 %
4Forlì-Cesena31664.08 %
5Milano3092108.06 %
6Mantova1947-8.19 %
7Reggio nell'Emilia1667-9.04 %
8Cremona1638-4.49 %
9Teramo1533-1.77 %
10Macerata13395.93 %
RankProvinciaSpecializzazione (2017)Variazione (2014-2017)
1Parma8,46-5.14 %
2Forlì-Cesena6,442.16 %
3Teramo5,25-3.28 %
4Sondrio5,13-10.18 %
5Lodi4,99ND
6Cremona4,75-7.28 %
7Modena4,729.88 %
8Verona4,65.3 %
9Mantova4,19-11.25 %
10Macerata3,994.85 %